L’operaia

la operaia apeNata da un uovo fecondato, l’operaia cresce nel classico alveolo di cera esagonale. I primi tre giorni si nutre di pappa reale, ma in seguito la sua alimentazione cambia e si nutre di miele e polline

La cella sarà opercolata il nono giorno. Le sue trasformazioni avverranno più lentamente rispetto alla regina, infatti l’ape adulta uscirà dall’opercolo di cera per entrare a far parte della colonia il ventunesimo giorno dalla deposizione.

In ogni alveare si contano dalle 30000 alle 70000 operaie, infatti sono il genere più numeroso della colonia, ma il loro apparato riproduttore è atrofizzato. Nella colonia lavorano senza sosta e nelle varie fasi della loro vita sono tenute ad adempiere a diversi compiti per garantire il buon funzionamento dell’alveare, al contrario delle formiche, dove ognuna ha un diverso compito per tutta la vita.

La durata della vita di un’ape operaia varia in funzione alla stagione in cui ci si trova. In primavera e in estate durano circa 45 giorni, invece le api nate in autunno vivono tutto l’inverno, perciò moriranno dopo qualche mese.

 

giorni

funzioni

compiti

Dal primo al quinto giorno di vita

“Agente di intrattenimento”

Pulisce gli alveoli prima della deposizione delle uova dell’ape regina e riscalda la covata.

Dal quarto al decimo giorno di vita

“Balia”

Nutre le larve di meno di 3 giorni di vita e le larve reali se ci sono nella colonia con la pappa reale. Le larve operaie di più di tre giorni vengono nutrite con un miscuglio di miele e di polline.

Dall’ottavo al quindicesimo giorno di vita

“Architetto”

Costruisce e trattiene i raggi provenienti dall’alveare grazie alla cera prodotta dal suo addome.

 

Lo sapevate? Una colonia per fabbricare 100g di alveoli di cera ha bisogno di lavorare 8000 ore e di consumare 1 kg di miele.

Dal decimo al ventesimo giorno di vita

“ Magazziniere”

Il suo ruolo consiste nell’immagazzinare il nettare e il polline negli alveoli.

Dal quindicesimo al ventiduesimo giorno di vita

“ Climatizzatore”

Si occupa del raffreddamento dell’alveare, sbattendo molto velocemente le sue ali, in modo tale da mantenere una temperatura ed un’umidità soddisfacente.

Dal ventesimo al ventiquattresimo giorno di vita

“ Agente della sicurezza”

Dal mese di agosto si occupa di fare da guardia all’entrata dell’alveare per cacciare tutti gli intrusi, le vespe, le farfalle e i calabroni.

Dal ventesimo giorno alla fine della loro vita

“Bottinatrici”

Raccolgono il nettare, il polline e la propoli di fiore in fiore. In tre settimane riescono a percorrere 300km per portare queste delizie all’alveare.

 

Lo sapevate? Una buttinatrice effettua da 10 a più di 100 viaggi ogni giorno a seconda della distanza dei fiori!